REIKI

Una disciplina per tutti

 

REI significa 'Spirito Trascendente, Infinito, Universale', che si unisce al KI cioè l'Energia che risiede e agisce in ogni elemento del creato, in tutti gli esseri viventi. In tutte le culture e religioni esiste un termine, o un concetto, che corrisponde al significato del KI del Reiki, come il Ch'i nella Medicina cinese, il Prana nella cultura Indù, la Luce nella dottrina Cristiana.

 

Reiki è Energia Universale Intelligente che è ovunque,

e tutto circonda.

Reiki è energia di vita, di amore, di luce.

 

Energia di vita poiché permette di collegarci alla fonte inesauribile di KI dell'Universo, di avere un illimitato accesso all'energia che pervade il cosmo, e di divenire un canale in grado di trasmettere quella stessa energia anche agli altri utilizzando le nostre mani.

Ogni persona dispone di Energia Vitale Universale: attraverso le attivazioni Reiki, viene spalancato l'accesso a questa fonte di energia pulita, armonica e infinita.

Reiki è amore poiché opera su di noi, sui nostri blocchi, disagi, tensioni equilibrandoci e rasserenandoci, allo stesso modo siamo un canale di aiuto per le altre persone, i nostri cari, i nostri animali.

Reiki è luce perché illumina il nostro lato ombra, ci fa affrontare dolcemente le nostre paure, e ci fa andare avanti più forti e consapevoli di prima divenendo un faro per noi stessi e gli altri.

Come per il corpo fisico, è necessario che anche il corpo energetico venga mantenuto in uno stato di equilibrio e di buon funzionamento affinché il nostro organismo sia sano. Gli stili di vita frenetici che conduciamo, la cattiva alimentazione, lo stress lavorativo, sono alcune delle cause che possono portare disequilibrio nel sistema energetico.

Il Reiki, attraverso i suoi trattamenti si occupa principalmente del ripristino di questo stato di equilibrio.

Se hai difficoltà nella visualizzazione clicca quì

 

Il Reiki Universale riunisce i tre metodi Reiki attualmente più diffusi:

 

Usui, il metodo che per primo si è diffuso e che prende il nome da Mikao Usui che lo ha 'riscoperto'.

Tibetano, che deriva dal Buddismo Vajrajana, originario del Tibet, e si dice sia stato utilizzato dal Buddha per alleviare le sofferenze dei suoi monaci.

Karuna, parola Sanscrita, utilizzata nell'Induismo, nel Buddismo e nello Zen che significa: 'qualsiasi azione realizzata per diminuire o evitare la sofferenza degli esseri viventi' ovvero 'compassione'. Karuna motiva ad amare per porre fine alla sofferenza di tutta la Terra.

 

Il metodo Universale prevede complessivamente tre livelli, in ognuno dei tre livelli vengono attivati i simboli di tutti e tre i metodi, e ne viene insegnato l'uso relativo.

 

1° LIVELLO: agisce principalmente a livello fisico. Questa attivazione, primo approccio all'energia Reiki, permette di liberare energie stagnanti e deboli, depura dal punto di vista fisico anche con crisi di eliminazione, soprattutto durante i primi 21 giorni di auto-trattamento.

 

2° LIVELLO: agisce a livello mentale ed emotivo. Questa attivazione amplia la possibilità di utilizzo dell'Energia Reiki nonché la nostra capacità di interagire con essa. Aiuta nel rilascio di dinamiche emotive limitanti, nell'accettazione di noi stessi, stimolando fiducia nella vita.

 

MASTER: gli effetti dei livelli precedenti si ampliano. Il livello Master Reiki è un punto di arrivo ed un inizio. Guardandosi indietro, ci si accorge che arriva come completamento di un cammino di prove e miglioramenti, tant'è che voltandoci indietro quasi non ci si riconosce. Si diventa Maestri di sé stessi innanzitutto, riconoscendo il grande valore che Reiki ha avuto nella propria vita, in secondo luogo permette di trasmetterlo ad altri se così si sente nel proprio cuore.